L’importanza di una polizza RC Professionale “Personale” con tutela legale viste le sempre più frequenti denunce con richiesta di risarcimenti per i professionisti sanitari.

Non passa un giorno, che non si legge di condanne per infermieri, ostetriche o esercenti le professioni in genere, con richieste di risarcimento consistenti per errori commessi dai sanitari.

E di questi giorni la notizia di una richiesta di risarcimento danni per un dito tagliato ad una neonata in un Ospedale di Alessandria. Nell’articolo [LEGGI] si spiega cosa avvenne nel Nido dell’ospedale SS. Antonio e Biagio di Alessandria il 28 maggio 2016, quando la piccola vittima, nata con qualche difficoltà respiratoria un paio di giorni prima, fu sottoposta a un’infusione di soluzione glucosata. L’ago era stato avvolto da bendatura per impedire che si muovesse. L’infermiera avrebbe affidato il compito di rimuoverlo alla Oss, la quale con un colpo di forbice tagliò via garza e ditino.

Quanto vale un ditino tagliato? Quale risarcimento merita una neonata a cui, pochi giorni dopo la nascita, fu recisa con le forbici una falange e mezza dell’indice della manina destra? Non si è trovato un accordo tra i difensori delle due imputate della lesione colposa e il difensore dell’Azienda ospedaliera di Alessandria (nel ruolo di responsabile civile) da un lato, e il legale dei genitori della piccola dall’altro. In caso di transazione, sarebbe stata ritirata la querela e chiuso il fascicolo penale.

Altra notizia [LEGGI] e quella della morte di un paziente per infarto e la richiesta di condanna per 2 infermieri e un medico per grave negligenza.

Entrando nello specifico, secondo l’accusa, la sera prima il personale aveva disattivato dal monitor della sua postazione l’allarme rosso, acustico e luminoso, che rilevava frequenza, aritmia e polso. I colleghi subentrati al mattino non si sarebbero accorti né della disattivazione né delle gravi anomalie cardiache intervenute in nottata. Sempre secondo gli inquirenti, il sistema automatico di intervento led fu disattivato al mattino in vista di un intervento, che però sarebbe stato eseguito solo 2-3 ore dopo, lasciando così il paziente senza protezione in presenza di fattori di alto rischio.

Questi sono solo 2 casi che rilevano gravi negligenze ed un errato affidamento di compiti al personale di supporto,evidenziando come sia determinante per gli esercenti le professioni sanitarie, in primis gli infermieri e ostetriche, stipulare una Polizza Rc Professionale Personale.

Abbiamo scritto appositamente Polizza RC Professionale Personale perché molti colleghi allettati da Polizze RC Professionali comprese nella quota Sindacale, potrebbero però ritrovarsi con spiacevoli sorprese visto che molto spesso non solo complete.

Nel panorama nazionale molte Sigle Sindacali hanno iniziato ad offrire, comprese nella quota associativa mensile, delle polizze base che garantiscano almeno quanto previsto dalla legge 24/2017, ma purtroppo con evidenti limiti di garanzia.

Vediamo quali sono queste limitazioni, motivo per cui il Coina non ha deciso di intraprendere questa strada:

1- Non poter scegliere quale tipo di assicurazione e quale tipo di opzione eventualmente da aggiungere nella polizza base;

2- Non poter aumentare il massimale della polizza;

3- Non poter scegliere la tutela legale o aumentare eventualmente il massimale di copertura delle spese legali;

4- Non poter scegliere il proprio Legale;

5- Non poter usufruire della polizza, da parte del singolo una volta cancellato dal Sindacato, poiché le polizze sono stipulate dal Sindacato e non dal singolo professionista.

Il COINA per ovviare a queste sostanziali differenze, ha pensato di offrire un serie di Polizze RC Professionali in Convenzione con Assomedici ad un prezzo scontato [LEGGI], prevedendo Polizze RC Professionali a partire dalla Polizza Base da 25€ fino ad arrivare alla Polizza Top da 70 € annui con un Massimale di 5 milioni di euro e 30 mila euro di Tutela Legale con scelta del proprio Legale.

La Convenzione inoltre prevede altri tipi di Polizze ancora più specifiche e la possibilità di Tutela Legale estesa a vertenze di lavoro e personali.

Solo per gli iscritti al COINA il costo di 20€ annui per l’iscrizione all’Associazione Med Mal Risk è ridotto a 10 euro l’anno. Inoltre nel costo annuale di 10€ all’Associazione Med Mal Risk e previsto un corso ECM in FAD di 21 crediti compresi nel prezzo.

Stipulando la Polizza Rc Professionale in convenzione è possibile usufruire di ulteriori servizi offerti dalla Med Mal Risk.

A voi la scelta della Polizza.

La redazione CoinaNews

 

Fonte notize: Nursetimes.org